Rino Carrara

Dal 12 al 29 febbraio 2008
Rino Carrara. LABIRINTI
arte contemporanea, personale

vernissage: mercoledì 12 febbraio 2008 ore 18.00
catalogo: in galleria con testi di Elio Grazioli e Gillo Dorfles
orario: martedì a venerdì dalle 17 alle 19,30 o per appuntamento

[…] Nel caso di Rino Carrara il paragone con la musica è stato spesso sollevato (per esempio, molto acutamente, da Marco Lorandi), appunto per il suo valersi, da una ventina d’anni in qua, d’una “scrittura” che può – solo in apparenza per altro – venir assimilata a quella musicale.
La presenza infatti di numerose serie di segni paralleli (tracciati di solito da fili di cotone sul fondo cartaceo o sul cartone) richiama facilmente alla mente il pentagramma, e, in generale, la scrittura musicale che, già a partire dai neumi medievali, si è sempre valsa d’un “percorso” lineare e progressivo. […]

Dal testo in catalogo: Gillo Dorfles, settembre 1991

[…] C’è tutto il portato del taglio di Fontana e dei sacchi di Burri, del trattamento della tela degli Achromes di Manzoni e dell’estroflessione di Castellani & Co., ma Carrara è pronto a metterci dell’altro ancora, manipolando appunto direttamente la tela. D’altro canto non c’è e non ci sarà la radicalità e il “formalismo” che per esempio i francesi mettono in esperienze simili in quella fine di anni sessanta e inizio settanta, perché Carrara resta legato a un modello di equilibrio che trova sempre nel rapporto con la natura. […]

Dal testo in catalogo: Elio Grazioli, giugno 2006