Personale di Luce Delhove

Dal 4 al 28 Marzo 2014
Personale di Luce Delhove
arte contemporanea, personale

vernissage: martedì 4 marzo 2014, dalle ore 18,00
orario: da martedì a venerdì per appuntamento, sabato 17,00 – 19,00.
Ingresso libero
cataloghi: in galleria

Nell’ambito della mostra personale in corso dell’artista LUCE DELHOVE, venerdì 21 marzo, alle ore 18,30, la Galleria Scoglio di Quarto, via A. Sforza 3- Milano, ospita l’incontro “La Parola Poetica Sceneggiata in Immagini”, interviste e videointerviste di Vincenzo Pezzella ai poeti Gian Piero Neri, Luciano Erba, Maurizio Cucchi, Giovanni Bemporad.
Interverranno Laura Parola (Letterata) e Silvia Migliorati (studiosa di cinema e filmaker). Interverranno con letture studenti del Parini.

Martedì 4 marzo 2014 la galleria Scoglio di Quarto di Milano, inaugura dalle ore 18.00 con la personale di Luce Delhove.
La mostra proporrà al pubblico recenti lavori (sculture e disegni) dell’artista nonché l’installazione multimediale “JE LIS TES LIGNES” segni, trame, echi, memorie, con l’integrazione sonora di Caterina Calderoli (Stries du silence) e il video e proiezione di Domenico Nicolamarino.

Luce Delhove vive e lavora a Roma e a Milano. Insegna grafica d’arte all’Accademia di Brera a Milano. Espone in mostre personali e collettive dal 1979.

Progetto scultoreo
Recupero di scarti meccanici trasformati in sculture di ferro e alluminio attraverso l’utilizzo di martelli, scalpelli, punzoni e altri strumenti in grado di produrre inaspettate texture metalliche e manifestare tensioni emotive interpretabili soggettivamente, lasciando emergere il senso di una gestualità potente e ponderata in funzione di una complessa trama di segni declinati in innumerevoli varianti. Qui, la luce, misurata nei suoi infiniti riflessi, interviene nella definizione plastica della scultura. A ciò si aggiunge l’interesse dell’artista per la sperimentazione dei procedimenti tecnici unitamente a una spiccata sensibilità per i materiali. Durante la lavorazione dell’opera, ad esempio, l’artista è rimasta colpita dai suoni prodotti picchiando ripetutamente sulla superficie metallica. Suoni che, in quanto scaturiti dal materiale manipolato, potevano diventare essi stessi componenti del progetto artistico. Di conseguenza ha coinvolto la compositrice Caterina Calderoni nell’elaborazione definitiva dell’opera.

E’ presente nelle seguenti collezioni pubbliche e musei:
Istituto Nazionale per la Grafica, Calcografia, Roma; Museo d’Arte Moderna, Lodz, Polonia; Musèe du Petit Format, Cul de Sarts (Couvin), Belgique; Ministère de la Comunauté Francophone, Bruxelles, Belgique; Galleria d’Arte Contemporanea, Spello (Perugia); Museo dell’Incisione, Bagnocavallo, Ravenna, Italia; Musée d’Art Contemporain, Chamalières, France; Biblioteca Nazionale Centrale Vittorio Emanuele II, Roma; Civiche Raccolte d’Arte Applicata ed Incisioni, Castello Sforzesco, Milano; Ca’ Pesaro Galleria Internazionale d’Arte Moderna, Venezia; Museo delle Arti Grafiche, University of Hellman, Cairo, Egitto; Tama Art University Museum, Tokyo, Giappone; Galleria d’Arte Moderna, Torino; City Gallery, Uzice, Jugoslavia; Biblioteca Provinciale, Matera; Biblioteca Casanatense, Roma; Galleria d’Arte Moderna, Trasanni di Urbino; Biblioteca Civica Internazionale, Bordighera; Biblioteca Sormani, Milano; Museo dell’Illustrazione, Ferrara; Civica Galleria d’Arte, Bellinzona, Svizzera; Istituto di cultura Italiano, Bruxelles; Fondazione Massimo Leone Napoli; Biblioteca Panizzi, Reggio Emilia; Fondazione Melotti, Ferrara, Museo della Estampa,Universidad de Playa Ancha, Fondo de Las Artes, Valparaiso, Chile.

Hanno scritto sul suo lavoro: Fabrizio D’Amico, Federica Di Castro, Mario Ursino, Guido Strazza, Marcella Cossu, Gabriella D’Alesio, Flavia Ruggeri, Antonella Sbrilli, Pamela Bell, Ludovico Pratesi, Mario Cambi, Anna Cocchetti, Simonetta Baroni, Vito Apuleo, Rossella Caruso, Fabrizio Crisafulli, Enrico Tantucci, Carlo Apuleo, Enzo Bilardello, Fulvio Abbate, Philippe Cantraine, Mario De Candia, Raffaele Curi, Gian Luigi Rondi, Berenice, Toni Toniato, Rosella Silicato, Franco Miracco, Alessandro Masi, Giorgio Bonomi, Giuseppina Radice, Giuseppe Maradei, Reghini Lidia di Pontremoli, Gabriella De Marco, Gaetano Pampalona, Arianna Di Genova, Barbara Martusciello, Giovanni Scardovi, Gloria Vallese, Rollando Bellini, Marco Rosci, Angelo Mistrangelo, Paolo Levi, Fernanda de Bernardi, Franca Marroni, Franco Fanelli, Michael Phillips, Cesare Panepuccia, Antonio Musiari, Anna Maria Corbi, Stefania Massari, Anna Imponente, Carlo Alberto Bucci, Marilena Piccinini, Angelo Dragone,Franca Maroni, Marco Fragonara, Sebastiano Grasso, Maria Will, Raffaele De Grada,Carlo Fabrizio Carli, Mimma Pasqua, Claudio Cerritelli, Maria Fortino, Chiara Gatti, Stefano Di Stefano, Patrizia Fiorillo, Flavia Scotton, Raffaella Venturi, Sabrina Arosio,Marco Scolasi, Stefania Zuliani,Valentina Silvia Zumino, Alessandra Menesini, Raffaella Venturi, Eduardo Meoli, Gabriella Tavaracci, Gérard – Georges Lemaire, Federica Zabarri, Matteo Fochessati,Danilo Maestosi, Loredana Rea, Matteo Fochessati, Alba Cappellieri, Luigi Bandini Buti, Giusi Laurinò. Jacqueline Chapuis, Loredana Rea, Maria Letizia Paiato, Paola de Ciucis, Clara Lovisetti, Eduardo Meoli,

Catalogo in galleria con testo di Rolando Bellini (Fotografie di Paola Caso e Andrea Corbellini)