Personale di GIULIANO CAPORALI

Dal 30 Aprile al 15 Settembre 2015
Personale di GIULIANO CAPORALI
Personale, Arte contemporanea

Inaugurazione: Giovedì 30 aprile 2015 dalle ore 18,30
sede: Galleria Delle Arti, via Bonomelli 8, Cremona

Giovedì 30 aprile 2015 la Galleria Delle Arti, via Bonomelli 8, Cremona inaugura dalle ore 18.30 con la personale di Giuliano Caporali, a cura di Gabriella Brembati. Verrà presentata una selezione di recenti pitture del Maestro.
Con questa mostra di Giuliano Caporali prosegue la collaborazione tra la galleria Delle Arti di Cremona e la galleria Scoglio di Quarto di Milano, a cui la galleria Delle Arti ha affidato la gestione delle mostre che verranno allestite nei propri spazi.

GIULIANO CAPORALI Nato a Santa Mama (Arezzo) nel 1950, risiede ad Arezzo. Diplomato all’Istituto d’Arte, si è dedicato fin da giovanissimo alla pittura. La sua formazione pittorica nasce soprattutto dalla volontà assidua di sperimentazione e di ricerca che ha concretizzato e sedimentato nei complessi rapporti tra materia e colore. Dal 1976 è dipeso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in qualità di disegnatore presso la Soprintendenza di Arezzo. Questo gli ha permesso di frequentare e studiare da vicino alcuni fra i principali maestri del passato, da Piero della Francesca a Beato Angelico, dal Signorelli al Vasari a Cimabue e tanti altri. Traendo importanti suggestioni dall’ambiente antico dei muri corrosi delle muffe, delle crepe, del rapporto tra tempo e spazio, tra pittura e architettura, natura e artificio, ha lavorato in solitario solo per il gusto di lavorare e facendo pochissime apparizioni pubbliche. La sua pittura di oggi che con il tempo si è improntata su una ricerca di equilibri basati tra la forma ed il colore, riesce a stabilire con il pubblico un rapporto di emozioni che variano in funzione dello stato d’animo. Ogni suo lavoro non è un punto d’arrivo ma un momento di passaggio, una partenza per una nuova serie di lavori. Il suo modo di lavorare viaggia ai margini dell’informale, perché è un tipo di pittura di gesto, immediata che va a ritrovare i grumi materici dell’informale attraverso l’inconscio. La materia dialoga con il segno ed il colore. Ci sono segni nati da gesti semplici che ci raffigurano la vita quotidiana, forme fatte di colore, di sola materia o graffiate che vanno spesso a coprire o ritrovare la stesura iniziale del quadro, ricercando una traccia del nostro vissuto. Altra parte importante del suo lavoro attuale è la ricerca orientata verso una pittura più legata alla mente, una pittura legata al silenzio. L’artista non racconta se stesso e nemmeno le sue intuizioni. Presenta l’opera e lascia che sia lei stessa ad esprimersi. L’arte è sempre stata una creazione che rappresenta l’artista non le cose rappresentate. Un filo d’erba dipinto da Leonardo non rappresenta l’erba ma rappresenta Leonardo la sua anima il suo pensiero, il suo essere. Quello che Caporali cerca di mettere nel suo lavoro è un arte in cui l’artista tace, sceglie il silenzio, ma allo stesso tempo si mette in ascolto della sua opera per meglio contemplare la pura presenza delle forme, del colore degli elementi che compongono l’opera stessa. Il colore, le forme, le impronte lasciate, i segni di grafia chiedono di essere guardati intensamente, allora si vedranno luoghi della sapienza, luoghi della memoria. La conoscenza implica il sapere che le cose sanno più di noi. Scegliere il silenzio, trovare l’arte non crearla. Dimenticarsi di se, lasciarsi andare.

Catalogo in mostra: con testo critico di Francesco Pagliari

La Galleria Scoglio di Quarto (ONLUS) è nata ad iniziativa di Gabriella Brembati nel 1998 in via Scoglio di Quarto, sul Naviglio Pavese, in uno dei quartieri più caratteristici, antichi e affascinanti di Milano. Una casuale, storica concomitanza con la “Partenza dei Mille”, che coincide con l’esigenza che l’arte contemporanea ha di conquistare spazio e consenso della gente, per aprire un mercato ancora inadeguato al tanto che avviene in questi anni. Da alcuni anni si è trasferita presso la riva sinistra del Naviglio Pavese, in via Ascanio Sforza, 3, Milano
Dal 1998 ha allestito nei propri spazi 123 mostre tra personali e collettive. Ha inoltre curato 27 eventi espositivi e rassegne in spazi pubblici e privati in Italia e all’estero tra cui citiamo le mostre:
Tavola Rotonda (Museo di Albissola d’arte moderna, Palazzo Boglietti di Biella –
Società Umanitaria, Milano) – Triccabballacche (Serata futurista alla Società Umanitaria, Milano) – Pensieri d’Arte (Consolato Italiano in Casablanca, Marocco) – Convergenze Parallele (Palazzo Boglietti, Biella) – Carosello Italiano (Antica Pretura di Castell’Arquato – Museo dell’Energia a2a, Milano – Palazzo Boglietti, Biella) – Contemporaneo Italiano (Istituto Italiano di Cultura, Bruxelles e, in permanenza, presso il Palazzo del Governo UE, Palazzo Berlaymont, Bruxelles). Di ogni mostra effettuata esiste nel nostro archivio il catalogo e un’adeguata documentazione (fotografie, riscontri sulla stampa, filmati ecc).

Per informazioni:

Scoglio di Quarto, via Ascanio Sforza 3, Milano – tel. 3485630381 -0258317556
E – mail: info@galleriascogliodiquarto.com – Sito: https://www.galleriascogliodiquarto.com
Siti web: http://www.dellearti.comhttp://www.cremonahotels.it