Paolo Barrile

Dal 12 aprile al 5 maggio 2007
Paolo Barrile
Scritti di cronaca
arte contemporanea, personale

vernissage: giovedì 12 aprile 2007. ore 18
catalogo: testo di Claudio Rizzi
orario: martedì a venerdì dalle 17 alle 19,30 o per appuntamento

Giovedì 12 aprile alle ore 18 alla Galleria SCOGLIO DI QUARTO, nel nuovo spazio di via Ascanio Sforza 3, si inaugura la mostra personale di Paolo Barrile, definito da Claudio Rizzi “uomo del proprio tempo”, che ha percorso le strade d’Italia e oltre, ha parlato, scritto, documentato, predicato. Poi è tornato nel suo archivio di pensieri e scatole di terra provenienti da ogni parte del globo. Quasi microcosmo incompreso.

Barrile analizzava sedimenti e segni della civiltà, reperti e testimonianze, parole e voci. La scrittura diveniva pagina della storia, strumento di interiorità e comunicazione, linea infinita ma inequivocabile dall’attualità alle origini. Cronaca e passato, le stagioni dell’uomo. Da approfondire e documentare, da sfogliare nei reconditi perché.
Le scritte sui muri, con buona pace della irritazione benpensante, assumevano un preciso carattere, una forma di identità ben differente dall’anonimato del vandalismo e frequentemente si manifestavano nell’aspetto di opera compiuta, male educata, con stecche e stonature, eppure vigorosa. E il fenomeno non era periferico o isolato ma diffuso, sempre più radicato, eluso ma concreto.
I graffiti di Paolo Barrile divennero così scritti di cronaca tesi a comprendere l’attualità, a conoscere una porzione sociale che adottava nuova codificazione grafica per dichiarare una volontà articolata nella contestazione e nella denuncia.
Oggi, legittimati i graffitisti e non solo negli antesignani già accolti ai vertici del mercato e della storia dell’arte ma nella pluralità delle espressioni comuni ai nostri contesti urbani, il lavoro di Barrile si dimostra puntuale come un obiettivo aperto sulla realtà quotidiana.