Il Viaggio – Personale di Dolores Previtali

Dal 4 al 17 Novembre 2019
Il Viaggio – Personale di Dolores Previtali
Personale, Arte contemporanea

Lo Spazio d’arte Scoglio di Quarto, inaugura lunedì 4 novembre dalle ore 18.00 la mostra “Il viaggio” di Dolores Previtali a cura di Gabriella Brembati. In occasione della mostra sarà presente l’artista. Sarà possibile visitare l’esposizione fino a venerdì 17 novembre.

Testo “Il Viaggio” di Stefano Soddu: ll viaggio può essere inteso non solo in senso fisico, in un contesto spazio temporale, ma anche in senso metaforico come espressione di abbandono, ricerca interiore, desiderio. Vi sono molte opere di artisti o scrittori, e anche sommi artisti e scrittori, che mettono in evidenza il viaggio inteso come ricerca interiore o come ricerca della conoscenza.
Le opere di Dolores Previtali sono una immensa metafora del viaggio di ogni essere umano che parte dal concepimento e finisce con la morte fisica rientrando con essa nell’eternità. Ogni essere umano è accomunato agli altri esseri umani in questo destino comune. Siamo tutti sulla stessa barca, stretti nel cammino e simili nell’esistenza terrena: corpi fatti di terra destinati alla consunzione, anime (nessuna esclusa) che anelano all’elevazione.
La mostra che inaugura il 4 novembre 2019 presso Scoglio di Quarto presenta due opere. Una grande carta dipinta (sei metri di lunghezza per un metro e mezzo di altezza) che raffigura una processione di corpi filiformi che camminano tutti nello stesso verso e verso lo stesso destino e una grande scultura in terracotta in cui i corpi assumono tutti insieme la forma di una barca. Si accalcano e galleggiano sul mare che pare tranquillo ma che a tratti può essere tempestoso, come l’esperienza ci insegna. Arriveranno tutti alla meta, questo è certo.

Milano 28 ottobre 2019 Stefano Soddu

Biografia di Dolores Previtali
Dolores Previtali (Bergamo, 1949) inizia il suo lavoro artistico da autodidatta, lavorando l’argilla come mezzo di espressione ed indagine. Accompagnata e sostenuta dall’amico pittore Antonio Manzoni incomincia a lavorare realizzando una serie di torsi in terracotta. Da questi personaggi dolenti e senza volto si giunge alle opere più recenti che evolvono in gruppi di figure umane erranti. Esordisce nel 1993 a Calusco d’Adda presso il Centro Civico con la personale “Concitati silenzi” con la quale inizia un lungo percorso di esposizioni personali e collettive in Italia, come “Polvere di speranza” (Antico Mulino e Sala delle Colonne, Portogruaro – Venezia 2015) e in Francia, Svizzera e Belgio.

La mostra è visitabile dal 4 novembre fino al 17 novembre 2019, dal martedì al venerdì, dalle ore 17.00 alle ore 19.30, o su appuntamento. Cell. 348 5630381 / e-mail: info@galleriascogliodiquarto.com