IN DUE. Maria Melloni e Lucio Perna.

Dal 12 al 29 giugno 2012
IN DUE. Maria Melloni e Lucio Perna.
arte contemporanea, doppia personale

vernissage: martedì 12 giugno 2012 dalle ore 18,00
catalogo: Cataloghi in mostra
orario: martedì a venerdì dalle 17 alle 19,30 o per appuntamento

Martedì 12 giugno 2012 la galleria Scoglio di Quarto di Milano, inaugura dalle ore 18.00 con la doppia personale degli artisti Maria Melloni e Lucio Perna.
La mostra “ IN DUE” (due personali) proporrà al pubblico recenti opere dei due artisti.

Maria Melloni
Questi in mostra di Maria Melloni sono fra i suoi lavori più recenti: sculture realizzate con sottili canne, recuperate perlopiù su una spiaggia Ligure. Materiali di scarto della natura, che lei raccoglie, conserva, studia e poi assembla, dando vita a piccole costruzioni, nelle quali pare di riscoprire un ordine, emerso a fatica dal caos, il caos dell’esistenza, del quotidiano, della fatica di vivere. È come un passaggio che dalla natura passa dall’uomo per poi tornare alla natura.
Le sculture richiamano la forma archetipica dell’albero, che a sua volta rimanda alla figura umana. Mi pare che, in tal senso, non sia casuale che per uno dei suoi primi lavori, che è ancora appoggiato a una parete del suo studio, Melloni si sia servita di una traversina delle ferrovie, che emana ancora odore di treno.
I suoi sono tempi lunghi, sono i tempi della scultura, tesa a trovare delle soluzioni ai problemi, tesa a porsi in rapporto con i materiali che si sceglie di usare.
Queste opere si collocano con coerenza nel suo ormai lungo, anche se solitario percorso. (…)
In mostra sono anche una serie di disegni, realizzati nel corso degli ultimi vent’anni, con un pezzo di legno intinto in una boccetta di inchiostro per scrivere. Il segno che si viene a creare è discontinuo, vitale, sono come delle tracce. (…)

Estratto dal testo in catalogo di Angela Madesani.

Lucio Perna
Presenta in questa mostra recenti lavori con una mostra dal titolo “Bidonville e altri disagi”
La pittura di Perna in oltre trent’anni di attività, si sviluppa alla ricerca di un linguaggio che, partendo da una figuralità emblematizzante (con il ciclo delle “Sirene”, 1972-1980, e quello delle “Maschere”, 19801988), giunge alla fase “Miraggi” iniziata intorno ai primi anni Novanta. Con i lavori più recenti (oli e tecniche miste), sintetizzando tutte le precedenti esperienze e seguendo un percorso “per sottrazioni coerenti”, Perna sviluppa una ricerca molto personale che travalica l’etichetta dell’astrazione o il richiamo informale.
Perna è promotore in Italia del movimento artistico culturale “Geografia emozionale”, nato negli Stati Uniti d’America all’inizio del nuovo secolo, del quale è teorica Giuliana Bruno, docente ad Harvarde autrice del fondamentale Atlas of Emotions.
Ha esposto in numerose gallerie italiane ed europee, in importanti centri d’arte e di cultura.
Sue opere sono conservate in prestigiose collezioni pubbliche e private.

Cataloghi in mostra
Progetto e allestimento: Gabriella Brembati

Giovedì 21 Giugno, alle ore 18,00, la Galleria Scoglio di Quarto – Milano, via Ascanio Sforza 3, in concomitanza della mostra “IN DUE” (due personali) di Maria Melloni e Lucio Perna, presenterà le poesie di Vittorio Cozzoli.

Interverrà, oltre l’autore, la scrittrice e poetessa Franca Grisoni.

Adalberto Borioli eseguirà musiche per flauto solo.

VITTORIO COZZOLI, cremonese, poeta e commentatore anagogico di Dante. Lasciato l’insegnamento, si dedica pienamente alla scrittura. IN POESIA: “Poesie”, con una lettera di C. Betocchi (1976); “La splendida luce”, con un saggio di F. Loi (1992 – Premio Circe Sabaudia); “Il purgatorio del paradiso (1998 con presentazione di C.Magris – Premio Matacotta); “Gli uccelli” (2002); “Il segreto deposto” (2008); “La diaspora delle icone” (2008 – Tratti Poetry Prize): Collaborazioni con artisti per edizioni d’arte (A.Casiraghi, E. Della Torre. M.N. Rotelli, P. Gubinelli, U. Pierri, A. Borioli, G. Orazio ecc.). SU DANTE: “Il Dante anagogico. Dalla fenomenologia mistica alla poesia anagogica (1993); “Il viaggio anagogico – Dante tra viaggio sciamanico e viaggio carismatico” (1997); “La guida delle guide – Dante secondo Dante” (2007). Ha pubblicato il primo commento anagogico alla Vita Nuova. E’ presente in varie antologie ed è stato tradotto all’estero. Ha partecipato a trasmissioni RAI 3.

FRANCA GRISONI, è nata e vive a Sirmione e scrive nel dialetto del suo paese natale. HA pubblicato: “La boba” (1986 – Premio Bagutta); “El so che te se te” (1987 – Premio Empoli); “L’oter” (1988); “Ura” 1993) “De chì – Poesie della penisola di Sirmione (1997 – Premio Viareggio); “La giardiniera” (2001); “L’ala” (2005); “Passiù” (2008) Poesie” 2009 – Premio Salvo Basso). Ha scritto di altri poeti e di artisti a lei cari: “Appunti sul far critica di Cesare Garboli (1992); “Nel tempo di Mattioli” (2007).