IN DUE. Cristiano Plicato e Antonezio Frau

Dal 14 ottobre al 7 novembre 2008
IN DUE. Cristiano Plicato e Antonezio Frau
arte contemporanea, doppia personale

vernissage: martedì 14 ottobre 2008 ore 18.30
catalogo: in mostra, con testi di Albero Veca, Maria Luisa Caffarelli e Cristina Rossi
orario: martedì a venerdì dalle 17 alle 19,30 o per appuntamento

Martedì 14 ottobre la galleria Scoglio di Quarto di Milano, inaugura alle ore 18.30 il suo nuovo ciclo espositivo, con la doppia personale degli artisti Cristiano Plicato e Antonezio Frau.
La mostra intitolata IN DUE (due personali) proporrà al pubblico le recentissime tele di Plicato e una selezione di sculture di Frau risalenti agli ultimi dieci anni di attività dell’artista.

Cristiano Plicato
…E vi è poi la varietà della tavolozza cromatica che dal contrasto di nero e rosso, elementare nel proporre un effetto bidimensionale dello scenario dipinto, può risolversi, con l’intervento di altri colori, in più sfumate e connesse relazioni, con il coinvolgimento di una profondità altrimenti negata: si tratta di una tavolozza cromatica che si basa alternativamente sull’addensarsi e sul rarefarsi della materia pittorica che parte dall’antitesi e giunge alla più articolata mescolanza, all’allusione di una profondità che è caratteristica linguistica dell’artista.
Non a caso Plicato, per segnalare questa avventura a “Scoglio di Quarto” ha scelto come copertina un particolare di un proprio dipinto: come se nel frammento del quadro fosse presente la disciplina che regola l’intera composizione: anche in esso si replicano i contrasti che ho cercato di sottolineare, fra superficiale e profondo, aggiungendo fra grave e lieve, fra luminoso e opaco: nel particolare si può cogliere la logica dell’integro. E questo non appartiene solo all’universo della pittura.

Dal testo in catalogo di Alberto Veca

Antonezio Frau
Se esiste un rapporto tra il luogo di nascita e il destino di un artista, Antonezio Frau, scultore e pittore, ne è la conferma. Alle porte di Villasimius, nell’estrema punta sud est della Sardegna, su una grande radura, un terreno di famiglia, Frau ha costruito la sua dimora come solo un artista può realizzare. Un percorso “guidato” attraverso un giardino dove le sue sculture si alternano alla macchia del paesaggio, fatto anch’esso in buona parte di pietra, conduce a quella che lui stesso chiama la sua prima scultura, la sua casa, il nucleo originario di tutto il suo lavoro… Le sculture che la galleria Scoglio di Quarto ospita esprimono su una scala diversa, l’energia creativa di un artista che sbozza un materiale sedimentatosi nel tempo, per trarne forme plastiche compatte rigorose, contemporanee. Dagli antichi sedimenti della pietra originaria, nuove stratificazioni, nuove luci, nuovi volumi sono stati generati dall’artista che ha così impresso ai suoi lavori, proprio in queste dimensioni, il dono di un rigore compositivo, dell’abilità della mano che sa rompere la rigidità della materia, sa farla vibrare, sa trovare il punto di fusione tra una tradizione fortissima e una sorprendente modernità.

Dal testo in catalogo di Cristina Rossi

Cataloghi in mostra: con testi di Albero Veca, Maria Luisa Caffarelli e Cristina Rossi

Progetto e allestimento: Gabriella Brembati

Inaugurazione: martedì 14 ottobre ore 18,30 – Visitabile sino al 7 novembre 2008.
Aperto da martedì a venerdì: dalle ore 17.00 alle 19.30. o per appuntamento